SM LEORA

Progetto City Remix

Print Friendly, PDF & Email

La nostra scuola è partner del progetto  biennale City Remix,

dedicato a reinventare la città e il suo patrimonio archeologico industriale.

Si tratta di un percorso formativo biennale che coinvolge tre Istituti Scolastici in rete, l’ITT Allievi-Sangallo scuola capofila, la Scuola Secondaria Inferiore Da Vinci-Nucula, il liceo scientifico Galileo Galilei, Indisciplinarte e il Comune di Terni. Il progetto, premiato e finanziato dal programma nazionale PON Patrimonio del Ministero Istruzione Università e ricerca che partirà  il 26  Novembre 2018 con due moduli paralleli (a scelta dello studente): il lunedì (modulo A) e il mercoledì (modulo B) dalle 14.30 alle 17 presso il CAOS e si articolerà nell’arco dei due anni tra gli spazi degli Istituti coinvolti, spazi della città e luoghi di riferimento per la formazione e vita culturale come il CAOS centro arti opificio siri.

Il progetto ha l’intento di esplorare il patrimonio archeologico industriale della città attraverso azioni che alternano conoscenza e approfondimento del patrimonio, ri-narrazione dell’identità culturale, gare creative come l’hackathon laboratorio di co-creazione e co-progettazione.

Dopo una mappatura vasta del patrimonio archeologico industriale cittadino e in relazione al contesto nazionale e europeo, i beni presi in esame in modo specifico saranno il CAOS – Centro Arti Opificio Siri e l’ex officina fonderia dell’ITT Allievi Sangallo protagonisti di vere e proprie azioni di “trasformazione”.

Il progetto intende promuovere una conoscenza profonda del patrimonio connesso alla storia industriale della città di Terni, maturando una visione consapevole ma anche dinamica dell’identità della città, del suo passato e del suo futuro possibile.

 

FASI DEL PROGETTO

Le scuole coinvolte individueranno alcuni ragazzi, intrecciando classi e gradi diversi e intraprenderanno con loro un percorso formativo in collaborazione con l’Associazione Indisciplinarte e il Comune di Terni.I destinatari sono gli studenti delle Scuole della rete che saranno coinvolti in gruppi di lavoro misti favorendo incontri tra istituti, indirizzi ed età diverse.

I formatori, esperti in più settori e discipline, punteranno al coinvolgimento attivo di studenti al fine di promuovere l’interesse e la curiosità verso il proprio territorio con lo scopo di preservarlo e comprenderne la ricchezza, nonché il valore storico e artistico. Inoltre un’attenzione specifica sarà data all’apprendimento di strumenti di marketing territoriale e all’applicazione delle nuove tecnologie a fini conoscitivi e umanistici.

Le attività laboratoriali previste dai moduli di progetto si svolgeranno in orario pomeridiano con sessioni in aula ospitate negli spazi del CAOS – Centro Arti Opificio Siri e a turno spazi degli Istituti coinvolti.

Fasi intensive come Hackathon ed Editathon invece saranno ospitate negli spazi del CAOS per garantire maggior flessibilità. Le fasi dedicate invece al riuso dei beni interesseranno l’ex l’officina fonderia dell’ITT Allievi Sangallo che ospiterà le sessioni pomeridiane dei laboratori e aprirà gli spazi al pubblico in modo intensivo per tre pomeriggi nel corso delle presentazioni.

Il progetto ha un’architettura complessa, più di 10 moduli coinvolgeranno gruppi di ragazzi mescolando le classi e gli istituti sperimentando metodologie formative interattive e coinvolgenti:

nell’anno europeo del patrimonio, si intende investire sulla capacità dei ragazzi di interpretare e valorizzare beni esistenti e le storie che essi contengono come fondamento per il nostro futuro.

City Remix